ghigi: il primo non si scorda mai

il consorzio agrario di forlì-cesena-rimini ha rilevato il pastificio ghigi e indetto una gara di creatività coinvolgendo alcune agenzie di comunicazione milanesi e romagnole.

a seguito dell’invito a partecipare alla gara, fabbricando ha presentato una serie di proposte che al termine di alcune settimane di analisi sono state valutate positivamente, e in questo modo il pastificio ghigi si è affidato a fabbricando per la progettazione della nuova immagine.

fabbricando ha curato in toto il restyling del logo mantenendo il legame con il passato ma caratterizzando la scritta “ghigi” con il numero “1” stilizzato, in abbinamento ad un nuovo pay off studiato ad hoc, “il primo non si scorda mai”, per richiamare contemporaneamente l’oggetto della produzione e i 170 anni di storia aziendale.

fabbricando ha disegnato un pack moderno, caratterizzato dal bianco e nero, su cui spicca il marchio ghigi di colore rosso, e ne ha sviluppato ogni declinazione: pasta di semola, formati speciali, pasta all’uovo e astucci di pastine, tutti coordinati e diversificati allo stesso tempo con varianti cromatiche.

fabbricando ha voluto che la pasta fosse sempre visibile attraverso un cerchio centrale, mentre un’illustrazione evocativa in linea chiara è servita a richiamare tutti i simboli agrari della tradizione romagnola.

ghigi e la sua controllata “ghigi usa” hanno sviluppato un progetto imprenditoriale legato non soltanto alla pasta, ma anche a tutta una serie di produzioni provenienti da agricoltori italiani da affiancare al core business aziendale: pomodori (in passata, a cubetti e da agricoltura biologica), olio, aceto balsamico.

fabbricando, in questo caso, ha realizzato i vari pack mantenendo una veste estetica uniforme e coordinata.